Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Burkina Faso - Tutti a scuola, e noi con loro!

27/11/2011 - 5.09:   Il ministero dell'Istruzione del Burkina Faso ha annunciato che si propone di raggiungere entro il 2015 l'obiettivo del 60% del tasso di alfabetizzazione, attualmente al 40. Per questo il governo ha varato recentemente un Programma quinquennale che "avrà un occhio di riguardo per le fasce della popolazione vulnerabili ed emarginate". In particolare, l'iniziativa prevede l'apertura in cinque anni di strutture didattiche “a beneficio di 1.099.042 persone, di cui 637.444 donne”. La precisione di questi numeri suggerisce qualche sospetto, ma l’iniziativa è comunque importante.

“ABC” da pochi mesi ha avviato un nuovo progetto di SaD (Sostegno a Distanza) a Ouagadougou, in Burkina Faso e collaboreremo con due missionari salesiani, Albert Kabuge e Antonio Herrera, per aiutare il maggior numero di studenti.

Per questo è bene capire come funziona la scuola nella “Terra degli uomini onesti”, questa la traduzione di Burkina Faso, nome dato al Paese, ex Alto Volta, da uno dei suoi uomini più illustri, Thomas Sankara, che governò pochi anni, dal 1983 al 1987, e fu ucciso perché le oligarchie nazionali e internazionali non potevano tollerare che promovesse campagne in favore del disarmo, della cancellazione del debito nei Paesi del Sud del mondo, che abolisse i privilegi per sé e il suo staff (via le macchine blu e tutti in Renault 5), che istituisse un ufficio per le relazioni internazionali con le Organizzazioni Non Governative, che promovesse la riforestazione, che suggerisse l’istituzione di un nuovo fronte economico africano in contrapposizione con quello europeo e statunitense, che facesse costruite centri sanitari in ogni villaggio burkinabé, che sopprimesse molti dei privilegi detenuti dai capi tribali e dei politici locali, che predicasse il riscatto delle donne, ecc. Fu ucciso per tutto questo e per altro!

Ma tornando alla scuola: in Burkina faso la scuola è obbligatoria a partire dai 7 anni e la scuola primaria comporta 6 livelli : CP1-CP2-CE1-CE2-CM1-CM2. L’insegnamento è impartito in lingua francese ed è bene tener conto che nei villaggi pochissimi adulti ne capiscono qualche parola e abitualmente, i bambini parlano solo la lingua del luogo in cui vivono. Non è quindi un compito facile per gli insegnanti che si trovano quasi sempre di fronte a piccoli che non conoscono il francese fare lezione. Questo è il motivo per il quale moltissimi di loro ripetono la CP1.

Nelle grandi città le cose vanno un poco meglio perché la maggior parte degli alunni hanno una certa familiarità con la lingua francese (l’indipendenza dalla Francia risale al 1960), anche se capita che l’insegnante non capisca la lingua dei suoi allievi. Alla fine del ciclo, durante la classe CM2, gli scolari sostengono l’esame CEP (licenza scuola primaria) Devono studiare e ripassare bene ogni cosa. Si tratta di un esame impegnativo.

Il corso di studi di base è quindi costituito da sei anni, suddivisi in tre corsi biennali: corso preparatorio (Course Preparatorie CP1 e CP2), corso elementare (Course Elementaire Niveau CE1 e CE2) e corso intermedio (Course Moyen, CM1 e CM2). Al termine di questi sei anni i bambini devono effettuare un esame finale per ottenere il certificato di completamento della scuola elementare, che permette loro di iscriversi alla scuola secondaria.

L’Educazione Secondaria invece è formata da sei classi di Liceo (Lycee): sixième, cinquième, quatrième, troisième, secondaire, premiere, ma per accedere alle scuole superiori pubbliche è necessario sostenere un esame di ammissione e se si fallisce c’è la possibilità di ripetere l’anno e tentare nuovamente l’anno successivo. Se si fallisce ancora non resta che il molto costoso liceo privato.

Conclusione: abbiamo una ventina di alunni di Ouagadougou da aiutare con il SaD, Sostegno a Distanza. Diamoci da fare!


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus