Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Come al solito, un anno difficile!

10/02/2012 - 4.54:   Il 2011 è stato caratterizzato da tre cose: la costruzione di un altro hangar, l’avvio a regime dell’officina e l’allontamento del vecchio responsabile in quanto il suo comportamento, che spesso mirava all’arricchimento personale piuttosto che al miglioramento della condizione di quanti sono in “ABC GB” e della popolazione locale, non era accettabile. Il “nostro” era anche in “conflitto di interessi”, ovvero prendeva un buon rimborso spese da ABC e integrava il suo salario facendo cose analoghe con altri. Una eclatante: un accordo personale con la FAO per seguire un progetto, “Horta escolar”, che avrebbe potuto fare entrare soldi nelle casse di ABC Guinea Bissau e dargli, oltretutto, prestigio e possibilità nuove. Avevamo anche tentato di intervenire per correggere questa cosa, ma inutilmente. Che questa sia stata allontanata è stato un bene, ma il guaio è stato che, per non confermare con la sua permanenza le diffamazioni che “qualcuno” aveva diffuso ad arte, se n’è andata anche un altro amico, la cui presenza sarebbe stata preziosa per il lavoro di “ABC”.

Ma questo è il passato che, come scrive Alda Merini in una sua splendida poesia, “toglie energie per affrontare il presente” ! E allora: cosa vorremmo fare a Mansoa? Nel futuro prossimo dobbiamo mettere a punto, speriamo una volta per tutte, delle procedure di lavoro adeguate per consentire ai nostri amici locali di rendersi sempre più autonomi acquisendo anche la consapevolezza di avere avviato una piccola attività produttiva equa e solidale a favore di se stessi e delle comunità locali della zona di Mansoa, soprattutto delle donne dei villaggi che, nonostante il loro altalenante interesse nei confronti dell’orticoltura, continuano ad essere il nostro riferimento perché siamo convinti che soltanto loro potranno cambiare la situazione della Guinea Bissau. Dovremmo acquisire poi altri mezzi produttivi, comprare un furgone necessario per il trasporto dei prodotti orticoli sui mercati locali, estendere l’orticoltura durante la stagione delle piogge e quella secca al maggior numero di villaggi, scavare un pozzo artesiano sul terreno di ABC a Mansoa per garantire il rifornimento di acqua e l’irrigazione dei vivai e delle sperimentazioni (compresa la frutticoltura), sostenere le spese per il personale che speriamo di veder crescere nella misura in cui crescerà la capacità dei nostri amici locali di aumentare la produzione ed estendere i loro interventi su un numero sempre maggiore di villaggi, scavare degli invasi per la raccolta dell’acqua (piovana) i quali, insieme ai nostri pozzi e alla sperimentazione (serre con teli d’ombra e irrigazione goccia a goccia durante la stagione secca), sono l’unica possibilità di far crescere l’orticoltura locale. Quest’anno vorremmo cominciare ad avviare la microirrigazione e, per questo, abbiamo comprato due impianti di microirrigazione (goccia a goccia) completi di pompe e filtri per 24 serre che sono in viaggio verso Mansoa.

Il 2011 è stato un anno intenso per i progetti in Guinea Bissau. Infatti, al lavoro di sostegno tecnico-logistico di “A, B, C, solidariedade e paz - Guiné Bissau” si sono aggiunti, nell’ordine: un microprogetto a favore della FASBEPI (Fundação para o Apogio ao Desenvolvimento dos Povos do Arquipelago de Bijagós) e del rafforzamento di Radio Bijagós, radio comunitaria a servizio delle popolazioni locali che vivono in molte delle 88 isole che formano l’arcipelago; il finanziamento di una trasmissione, “Udju di minunu” di “Radio Sol Mansi”. Si tratta di un programma, interamente dedicato ai bambini, che va in onda il sabato; il sostegno della scuola materna e primaria di Catiò, nel Sud della Guinea Bissau. Le suore africane (del Congo) che gestiscono la scuola ci hanno chiesto aiuto e il nostro contributo è essenziale per far funzionare la struttura; l’appoggio concreto alla costruzione e al funzionamento di una piccola biblioteca nella cittadina di Catiò mentre continua proficuamente, ormai da cinque anni, la collaborazione con le suore dell’Immacolata, a sostegno del loro lavoro nelle scuole autogestite.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus