Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Italia - Chiusa l’Agenzia per il Terzo Settore

27/02/2012 - 19.17:   E così il 24 febbraio scorso, nella riunione svoltasi a Palazzo Chigi, il Consiglio dei ministri ha deciso di chiudere l’Agenzia per il Terzo Settore, ex Agenzia delle ONLUS. Nel comunicato del Consiglio dei Ministri si legge: “Il CdM ha poi approvato due nuove misure per il contenimento della spesa pubblica. La prima riguarda la soppressione dell’Agenzia del Terzo settore, le cui competenze saranno esercitate dal Ministro del lavoro e delle politiche sociali. In un successivo decreto della Presidenza del Consiglio si definiranno tutti gli aspetti relativi alla successione nei rapporti attivi e passivi dell’Agenzia”.

Sono tutti abbastanza incavolati per questa cosa, noi un po’ meno. Forse perché siamo ignoranti e non conoscendo le dinamiche politiche e finanziarie interne ai livelli alti non riusciamo a cogliere nelle giuste dimensioni la gravità della cosa. Ma pensiamo che in fin dei conti l’Agenzia operava pur sempre sotto la vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dell’Economia e delle Finanze ed era dunque una specie d’ufficio distaccato con delega per il Terzo Settore. Non aveva fatto nulla di male e aveva fatto qualcosa di bene. Ma ci volevano altri tempi, forza e risorse per riformare, controllare e disciplinare il mondo del “volontariato” e del welfare di rincalzo.

In molti hanno paura che adesso il Terzo Settore possa diventare più debole e che anche i controlli diminuiscano, anche se l’Agenzia non aveva alcun potere in questo senso. E allora? Probabilmente, la scure del Governo impensierisce molti. Danilo Giovanni Festa, direttore generale per il volontariato, l’associazionismo e le formazioni sociali del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, qualche giorno fa, in un incontro a Lucca, ha detto che “molte cose sono cambiate nel nostro Paese” ed ha spiegato che si avverte l’esigenza di modificare la legge 266 (quella sul volontariato che risale al 1991) intervenendo, ad esempio, sui Registri regionali e sul sistema dei Coge, i Comitati di gestione dei fondi per il volontariato. Insomma, ha detto, “bisogna fare i conti con la realtà e con la mancanza di risorse che durerà almeno per i prossimi cinque anni”.

Per curiosità siamo andati a vedere cosa fossero questi Coge, acronimo per noi nuovo, e abbiamo capito che essi sono i destinatari dei fondi speciali, introdotti sempre con la 266, destinati a istituire “per il tramite degli enti locali, Centri di servizio a disposizione delle organizzazioni di volontariato e da questi gestiti con la funzione di sostenerne e qualificarne l’attività”. Andando avanti a leggere abbiamo saputo che con questi fondi speciali “il legislatore ha inteso costituire la dotazione finanziaria di un sistema articolato sul piano territoriale e istituzionale, volto ad offrire alle organizzazioni di volontariato un concreto sostegno per la promozione e la qualificazione della loro attività”. E poi che “L'onere economico del sistema è sostenuto, in via esclusiva, dalle fondazioni di origine bancaria, a cui la legge impone di accantonare annualmente somme pari a un quindicesimo dei propri proventi, al netto delle spese di funzionamento e degli accantonamenti patrimoniali, e di destinarle a uno o più fondi speciali regionali, scelti secondo criteri indicati dalla legge stessa “ e, infine, che “Il funzionamento dei fondi speciali per il volontariato è disciplinato dal D.M. 8.10.1997 che, in attuazione dell'art. 15 della legge 266/91, individua i compiti dei diversi soggetti coinvolti nel sistema, e fissa le procedure di accumulo e di utilizzo dei fondi stessi”.

Insomma un rompicapo per chi, come noi, si occupa soltanto di piccole cose. Meglio starne fuori!


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus