Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Colpo di stato, i sindacati proclamano lo sciopero generale

16/04/2012 - 15.24:   Le Centrali Sindacali, Unione Nazionale dei Lavoratori della Guinea Bissau e Confederazione Generale dei Sindacati Indipendenti, in un comunicato congiunto spiegano che

“sono restate molto sorprese per la sollevazione militare e la conseguente alterazione dell’ordine costituzionale, le cui conseguenza dal punto di vista politico, economico, sociale e lavorativo sono incalcolabili.

La democrazia riserva ad ogni sensibilità sociale, inclusi i sindacati come rappresentanti della classe lavoratrice, il dovere di vigilare al fine di promuovere un ambiente politico suscettibile di assicurare un panorama economico e finanziario adeguato alle aspirazioni della società e dei lavoratori in particolare.

Di conseguenza, la situazione determinata dal colpo di stato annunciato il 12 aprile scorso ha fatto fare un tuffo al Paese in una crisi senza precedenti con conseguenze che compromettono sostanzialmente la vita dei lavoratori e delle loro famiglie, ossia, colloca la Guinea Bissau di fronte ad un malanno sociale al quale la classe lavoratrice non può restare indifferente.

Per questo rispetto a questi fatti e nel pieno esercizio dei diritti civili e del lavoro, la UNTG e la CGSI, deliberano insieme di:

1) Condannare con veemenza l’alterazione dell’ordine costituzionale e democratico;

2) Esortano tutti i lavoratori in generale a restare nelle loro case fino al ripristino della normalità costituzionale;

3) Chiamano alla mobilizzazione in massa tutta la classe lavoratrice osservando soltanto il rispetto dei servizi minimi obbligatori nei settori essenziali: salute, porti e aeroporti;

4) Le due centrali sindacali avvertono che l’astensione dal lavoro proseguirà fino a quanto non verrà ripristinato l’ordine costituzionale democratico.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus