Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Colpo di stato, ultim’ora (2)

18/04/2012 - 15.29:   - L’Ufficio politico del PAIGC ha condannato ieri il golpe e accusato i leader dell’opposizione di coinvolgimento nel colpo di stato. Sempre nel comunicato, stilato lunedì scorso e reso noto soltanto ieri, esprime anche l’esigenza che venga reso pubblico l’accordo segreto che, secondo i militari, esisterebbe tra la Guinea Bissau e l’Angola. Quest’accordo avrebbe causato - secondo fonti del Comando militare - il colpo di stato.

- In un messaggio al Paese i vescovi della Guinea Bissau hanno manifestato la loro preoccupazione per i recenti sviluppi e detto che il colpo di Stato ha peggiorato la già grave situazione interna del Paese dell’Africa Occidentale. Nel messaggio i vescovi “condannano questa opzione militare e tutte le forme di violenza intraprese per risolvere i nostri problemi” e richiamano tutti al “rispetto della Repubblica e delle istituzioni democraticamente elette”. I vescovi esortano infine il “ricorso alla via del dialogo come strada maestra per rinsaldare riconciliazione, giustizia e armonia sociale”.

- Fonti di Radio Sol Mansi hanno riferito alla MISNA - agenzia di stampa missionaria - che a Bissau i militari hanno autorizzato le radio private a riprendere le loro trasmissioni ammettendo di aver commesso un errore a chiuderle. La mancanza di informazioni, hanno ammesso gli stessi vertici dell’esercito, ha contribuito ad aggravare la situazione e spinto una parte della popolazione di Bissau, soprattutto donne e bambini, a dirigersi nei villaggi di origine.

- Il presidente della Repubblica di Capo Verde, Jorge Carlos Fonseca, ha detto ieri che quali che siano le decisioni prese dalla comunità internazionale per risolvere la crisi politica nella Guinea Bissau, dovranno essere “ferme, realiste e decise”. Ha spiegato di avere ricevuto un messaggio dal Presidente dell’Angola, Jorge Carlos Fonseca, che auspica una soluzione che sia durevole e che tuteli gli interessi superiori dei guineensi, che rispetti il processo di democrazia e che passi attraverso la risoluzione del problema dell’esercito in quanto i militari devono rispettare il potere politico legittimato dal voto popolare.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus