Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Brasile - Parintins, quello che si fa nel CENSG - Relazione primo semestre 2012

30/07/2012 - 8.30:   Questo documento di tipo descrittivo ha il proposito di raccontare agli amici di “A, B, C, solidarietà e pace - ONLUS” le attività che abbiamo svolto nel Centro di accoglienza “Nossa Senhora das Graças” nel primo semestre del 2012. L’istituzione ha come presidente, fin dalla sua fondazione, il vescovo di Parintins dom Giuliano Frigeni e attualmente come direttrice Naldilene dos Santos Jacaúna che coordina il lavoro del Centro. La caratteristica del CENSG è che oltre a seguire 187 alunni della scuola, assiste 413 bambini e giovani che sono integrati nelle attività che si realizzano nella struttura, per un totale di 600 unità. Tutti sono seguiti dagli insegnanti nei diversi laboratori e nelle attività svolte e affiancati, quando necessario, da assistenti sociali e psicologi. A tutto ciò si aggiungono le visite domiciliari alle famiglie per conoscerle e verificare le condizioni di vita dei loro figlioli che frequentano il Centro.

Il Centro è strutturato in due blocchi. Nel primo ci sono 7 sale, un laboratorio di informatica, sala di lettura e biblioteca, segreteria, cucina, dispensa, refettorio, lavanderia, deposito, 2 bagni per i bambini più piccoli e due per gli adulti; nel secondo blocco, dove si svolgono i laboratori artistici, ci sono 3 sale (disegno, intaglio del legno e pittura-scultura). All’esterno si trovano un campo coperto per le attività sportive (pallavolo, palla avvelenata, basket), uno spazio delimitato e colmato di sabbia dedicato alle attività ludiche, un piccolo parco giochi per i bambini più piccoli e un ampio spazio dove si svolgono le partite di calcio.

La scuola interna del Centro ha 7 scolaresche, due della scuola d’infanzia e cinque della scuola dell’obbligo, dalla Iª alla Vª classe. La scuola ha come Coordinatrice pedagogica la professoressa Rosene Filgueira. Tutte le attività del Centro sono seguite da una èquipe di lavoro formata da 31 persone, tra insegnanti, assistenti, cuoche e inservienti. Tutti, tutti i giorni, mangiano perlomeno una volta nel Centro.

Il Centro ha 12 laboratori: Crochê (uncinetto), Pittura su tessuto, Pittura su tela, Ricamo, Taglio e cucito, Disegno, Laboratorio artistico, Intreccio di vimini, Intaglio del legno, Judo, Teatro e Rinforzo scolastico (ripetizioni). A questi laboratori si aggiungono quello di informatica e lo sport (judo, calcio, pallavolo, palla avvelenata). Questi corsi danno ai bambini e ai giovani un’opportunità formativa diversificata.

Tutte queste attività sono pianificate nel corso di incontri, iniziali e ripetuti nel corso dell’anno, dell’équipe di lavoro: si comincia con la pianificazione annuale delle attività che si fa nei primi giorni di gennaio di ogni anno con la partecipazione di tutto il personale del Centro. Nell’incontro si definiscono le azioni che saranno realizzate nel corso dell’anno e in questa fase preparatoria si pianifica un Piano di Azione Annuale Collettivo dove si definiscono le cose che si dovranno fare, i periodi nelle quali saranno realizzate e gli obiettivi previsti. Si tratta, in sintesi, di una proposta di lavoro collettivo, uno strumento che organizza il lavoro in modo che tutti abbiano chiaro l’obiettivo generale da perseguire.

Ci sono poi le riunioni settimanali (ogni mercoledì quando sono finite le attività del Centro) finalizzate a capire, con gli altri, il lavoro che si sta facendo e le cose impreviste che sempre capitano nel lavoro quotidiano.

Questi sono i laboratori svolti nel Centro:

- Laboratorio teatrale: quest’attività è sempre finalizzata alla presentazione di un lavoro teatrale da presentare a tutta la comunità del Centro (e all’esterno, nella città) durante i periodi di festa. In questo laboratorio si sviluppano le capacità di bambini e adolescenti, l’oralità, l’espressione corporale, l’organizzazione delle idee e del pensiero, sentimenti, emozioni e si stimolano anche la loro immaginazione e le capacità intellettuali e di interazione sociale riducendo il problema della timidezza. In quest’ambito possono rientrare anche altre due attività: quella dei gruppi di danza e quella del coro (ne parleremo più diffusamente nella prossima relazione, ndr.).

- Laboratorio di pittura: attività che attraverso l’uso di materiali espressivi diversi mira a rafforzare le capacità individuali, visuali e tattili, stimolando i bambini e gli adolescenti alla ricerca di materiali alternativi, anche attraverso il riciclo, finalizzati alla creazione partendo da idee personali. All’interno del laboratorio sono sviluppate diverse tecniche: disegno artistico e pittura su tessuto, su tela, su ceramica (lavorata nel laboratorio stesso) e su legno.

- Laboratorio di taglio e cucito: oltre ad apprendere il mestiere di sarta, nel laboratorio,sotto la guida delle insegnanti, si creano e si allestiscono i vestiti usati nelle opere presentate dal gruppo del teatro, l’abbigliamento sportivo delle squadre di calcio e tutto quel che è necessario nelle attività quotidiane del Centro. Si preparano anche, per la piccola commercializzazione, grembiuli, borse, tovaglioli per la tavola, asciugamani, ecc.

- Laboratorio artistico: qui bambini e giovani si dilettano nella costruzione di oggetti con i materiali più diversi per creare, ad esempio, immagini e oggettini da attaccare sui frigoriferi; oggetti ornamentali e scatole fatti con stuzzicadenti, fiammiferi, bastoncini del gelato; merletti fatti con diverse tecniche (anche il macramê, tanto di moda da noi in questo periodo); bambole.

- Laboratorio di intaglio del legno: questo laboratorio è realizzato partendo dalle tradizioni locali per arrivare a costruire quadri intagliati in legno di molongò e vere e proprie sculture; in questi ultimi due anni è stata anche avviato un lavoro nuovo: la pirografia, ovvero incisione, per mezzo del calore, su legno, cuoio, sughero o altre superfici.

- Laboratorio di intreccio dei vimini: vengono confezionati vasi, piatti, fruttiere, portapane, cesti, più o meno grandi in vimini.

- Laboratorio di informatica di base: è il primo approccio degli alunni, piccoli e grandi, con le nuove tecnologie ed essi così acquisiscono i primi insegnamenti informatici di base con lo scopo soprattutto di integrare le attività scolastiche.

- Judo: il lavoro delle tecniche di lotta è finalizzato a sviluppare nei giovani le regole della convivenza e del rispetto umano.

Inoltre, il lavoro degli insegnanti nei laboratori dà loro la possibilità di capire se il bambino o l’adolescente ci vedono bene, se sentono bene, se ascoltano quello che gli si dice, se obbediscono, se hanno il senso mentale dell’ordine, se socializzano. Insomma, riescono a percepire, gli eventuali disagi fisici e limiti caratteriali.

Il lavoro con le famiglie di quanti frequentano il Centro è svolto soprattutto attraverso le visite fatte nelle loro abitazioni (anche con la consegna di ceste di base di prodotti per l’integrazione alimentare) e gli incontri periodici con i genitori organizzati nella struttura del CENSG. Nonostante le tante iniziative intraprese per coinvolgere padri e madre nella vita dei loro figli permangono notevoli difficoltà perché la tendenza è quella di ignorare quello che fanno i loro figli nella vita quotidiana. Si tratta, troppo spesso, di una delega data in bianco alla Struttura. La cosa non ci lusinga, piuttosto ci preoccupa e il nostro lavoro è finalizzato, appunto, anche a sensibilizzare i genitori dei “nostri” bambini e giovani.

C’è poi un problema legato alle difficoltà sociali ed economiche locali che stravolgono la vita delle persone e, proprio per questo, moltissi bambini e adolescenti non sanno cosa voglia dire una famiglia normale, ovvero un padre e una madre che vivono insieme prendendosi cura dei figli. Nelle famiglie, infatti, si riscontra sovente la presenza di un solo genitore (quasi sempre la mamma), mentre frequentemente sono i nonni a prendersi cura dei nipoti. Insomma, grande disagio sociale e difficoltà umane che influiscono sulla personalità e sulla vita di bambini e adolescenti.

E’ bene anche dire che il Centro non lavora in forma isolata, piuttosto partecipa a tutte le attività della città e collabora con le istituzioni locali attraverso progetti come: “Campagna contro lo sfruttamento sessuale di bambini e adolescenti”, “Sradicamento del lavoro infantile e minorile”. Inoltre partecipa alla Rete educativa del Municipio e ai Giochi di integrazione che si svolgono tutti gli anni. Il Centro è diventato anche un polo di riferimento per lo sviluppo, nell’area della salute, di campagne socio-educative e collabora con il SENAC e il CETAM, due enti che si occupano di avviamento al lavoro, per stimolare e indirizzare i giovani a frequentare corsi di Informatica avanzata, di Serigrafia, di Manicure, di Ornamento di feste (Parintins è anche la cittadina amazzonica dove si svolge un famoso Festival folcloristico, quello del Boi Bumbà, che richiama moltissimi turisti) e altro che saranno realizzati nel prossimo semestre.

È in questo modo che il Centro “Nossa Senhora das Graças” svolge le sue attività che possono anche distinguersi in quelle che accompagnano l’anno scolastico e quelle svolte durante le vacanze, quando vengono realizzate molte attività differenziate finalizzate ad accogliere e educare bambini e giovani anche nel periodo nel quale le scuole sono chiuse.

Tutto il lavoro realizzato nel Centro riesce ad andare avanti grazie all’aiuto degli amici italiani di “A, B, C, solidarietà e pace” che durante questi anni ci hanno dato la possibilità di migliorare considerevolmente quello che facciamo a favore dei bambini e degli adolescenti. Questo è il nostro impegno e ogni anno cerchiamo di offrire loro delle opportunità nuove e una vita migliore. Grazie.

Firmato, la direttrice del Centro d’accoglienza “Nossa Senhora das Graças”, Naldilene dos Santos Jacaúna


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus