Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Buona Pasqua da Haiti

27/03/2013 - 16.39:   Carissimi amiche e amici di ABC,

è ora di inviare un po' di saluti, notizie e auguri. Vi prego di scusarmi anche per il fatto che da qualche tempo a questa parte fatico a tenervi aggiornati. Non è facile trovare l’equilibrio fra “inviare” informazioni, foto, ecc..... e la vita della missione. Le scuole sono chiuse fino al 1 aprile e così i corsi e le altre varie attività non funzioneranno. Approfitteremo di questa pausa per fare i necessari lavori di manutenzione e riparazione della struttura.

Haiti sta vivendo un momento di pace e serenità, oserei dire! Da un paio d’anni non ci sono catastrofi o ‘piaghe d’Egitto’ che regolarmente, nel passato, hanno sconvolto il Paese. Il nuovo presidente Michel Martelly, un ex cantante amato e famoso in Haiti, è ormai da quasi due anni sulla scena politica ed ha portato un poco di aria fresca, di rinnovamento, di volontà di far crescere il Paese. Grazie a lui e ai suoi ministri diversi progetti di costruzione di strade, aeroporti, villaggi di casette per le tante famiglie che vivevano in tendopoli, ospedali, scuole e centrali elettriche sono stati realizzati. Quest'uomo, per ora, sembra avere anche una visione corretta della scuola e sa che senza istruzione non può esserci crescita. Proprio per questo ha avviato un programma che sostiene migliaia di bambini inserendoli nella scuola ed ha anche dato vita a diversi progetti sociali che tendono ad aiutare le famiglie più povere sotto forma di prestiti per costruire una casetta o per dar vita a una piccola attivita privata. Non è stato facile per lui perchè i ‘dragoni’ della politica haitiana hanno cercato in diversi modo di sabotare i suoi sforzi, sopratutto agli inizi. Ma Martelly è amato dalla gente, anche prima delle sua elezione. Ed ora lo è ancor di più per quello che sta facendo e perché è un tipo attivo e dinamico che non ha paura di mescolarsi con gli abitanti delle bidonville e riesce a parlare con loro in tutta semplicità cercando di far capire che cerca di fare del suo meglio. Bisogna però anche dire che Haiti in generale, e Port-au-Prince in particolare, erano in un tale stato d’abbandono e miseria che a primo colpo d’occhio sembra che non sia stato fatto molto. Ci vorranno infatti molti anni per ricostruire il Paese e per far radicare nella mentalità che la politica è servizio per il benessere sociale comune.

In generale le attività della missione funzionano a pieno ritmo. Attualmente abbiamo circa 1100 bambini nelle scuole Primarie (elementari/medie) e 450 nella scuola Secondaria (Liceo), mentre le attività didattiche sono accompagnate da altre complementari come i corsi di informatica, falegnameria, cucito e musica, gratuiti per i giovani della scuola secondaria, ma anche aperti ai giovani della zona che però, per freqentarli, devono pagare due euro al mese.

La scuola è "arricchita" dalla biblioteca e da un ambulatorio medico dove i bambini delle scuole sono controllati e dove sono conservati i loro dati sanitari: ognuno ha la sua scheda aggiornata annualmente.

Il prossimo giugno terminerà poi il primo anno del corso di alfabetizzazione che è stato frequentato da 40 adulti che riceveranno un’attestazione per la partecipazione, mentre quest'anno, per la prima volta e d'accordo con la parrocchia locale, abbiamo iniziato il Catechismo al quale partecipano costantemente 40 bambini.

Anche quest’anno, come ormai facciamo da tre anni, siamo andati a cercare nei quartieri poveri vicini alla scuola bambini di 5-6 anni da fare iscrivere. Ne abbiamo trovati 80 che già dalla prima settimana di marzo vengono regolarmente per dei corsi di pre-alfabetizzazione.

Note positive: abbiamo finalmente terminato di allestire uno spazio giochi con tanto di campetti multiuso per calcetto, basket, pallavolo e anche tennis in futuro. Questo spazio e molto prezioso perchè il cortile della scuola è veramente limitato rispetto alla mole di bambini che lo frequentano. Fortuna delle fortune: abbiamo ricevuto anche un aiuto per mettere dei ventilatori nelle classi della scuola. Adesso, speriamo, alunni e insegnanti lavoreranno meglio.

Note negative: fino allo scorso anno potevamo dar da mangiare a tutti i bambini della scuola grazie al cibo di base (riso, fagioli e olio) messo a disposizione da una organizzazione locale legata al PAM (Programma Alimentare Mondiale), ma quest'anno il PAM ha tagliato gli aiuti a più della metà delle scuole di Port-au-Prince e così anche la nostra scuola è stata colpita dai tagli e non beneficia più di queste derrate alimentari. Siamo stati dunque costretti a decidere che soltanto i più piccoli dei bambini ricevano un pasto al giorno. Speriamo di riuscire a trovare presto un sostegno per dar da mangiare a tutti i bambini.

Nota riflessiva: senza dubbio, con questa crisi mondiale che non accenna a finire non è il caso di dar vita a nuovi progetti nell’immediato futuro. Ma, comunque, un’attenzione particolare continueremo a darla all’aspetto pedagogico, a "nutrire" cioè i nostri insegnanti con dei corsi di aggiornamento. Vogliamo, infatti, che la scuola e gli alunni che la frequentano abbiamo degli ottimi insegnanti perché con dei bravi insegnanti anche gli alunni diventano bravi.

Nota solida: continuiamo a prenderci cura di circa 30 anziani. Parlo sempre poco di loro, eppure sono una delle pietre angolari della missione. 3 settimane fa e deceduta Conserve, una dolce nonnina che era con noi ormai da 6 anni. Se n'è e andata in silenzio e con tanta dignità. Abbiamo un’angelo in più che prega per noi ora.

Nota....re la richiesta: come dicevo prima, avremmo bisogno di fondi per continuare a dar da mangiare ai nostri bambini. Ricordo soltanto che con 0.20 centesimi di Euro al giorno, un bambino riceve un piatto di riso e fagioli con salsina di pomodoro. A conti fatti si tratta di 1 euro alla settimana, 4 o 5 Euro al mese per i nove mesi di attività scolastica. Certo, il menù non è vario, ma è pur sempre un pasto regolare e decente apprezzatissimo dai bambini.

Nota la Pasqua in arrivo: ho visto la fumata bianca quando hanno eletto il nuovo Papa ed ho atteso che il balcone si aprisse curioso di ascoltare le prime parole del nuovo Papa. Sono rimasto proprio felice quando ho visto che la prima cosa che ha fatto è stata quella di inchinarsi davanti ai suoi cardinali e, sopratutto, davanti al mondo intero, alle genti tutte. Profondo gesto di umiltà e di consapevolezza che la sua carica è prima di tutto un servizio. Gesù morì sulla croce per servire l’umanità.

E' vero che ringraziare costa molto meno di dare, ma io devo e voglio farlo. Infatti, non posso dimenticare che se la missione lavora e accompagna così tanti bambini, anziani e adulti è grazie alla vostra continua presenza nascosta e discreta. E poi c’è chi dubita dell’esistenza degli angeli custodi!

Auguro a tutti voi e alle vostre famiglie una buona Pasqua. Un abbraccio con gratitudine.

Firmato: Maurizio Barcaro da Port-au-Prince.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus