Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Due “descascadoras” da cambiare

29/05/2013 - 17.53:   Un rumore infernale accompagna il lavoro delle pilatrici di riso installate a ‘Ncom. Si tratta di due macchine di ABC che garantiscono un discreto reddito ai nostri amici locali. Infatti, sono molte le donne che portano il loro riso a pilare. Gli accordi non scritti sono che ogni 50 chilogrammi di riso “descascato” se ne trattengono 7 per il pagamento. E cosí, a fine anno, o meglio stagione perché il lavoro si concentra nei mesi da gennaio ad aprile, anche se non finisce del tutto, sono poco meno di cento i sacchi di riso che “A, B, C, soliariedade e paz – Guiné Bissau” puó vendere con un discreto profitto.

E così sono tutti contenti: le donne perché hanno un lavoro defatigante in meno da fare, gli operatori perché si guadagnano il loro salario, gli amici di ABC GB perché vedono aumentare le entrate dell’associazione.

Ma, visto che parliamo dell’alimento piú importante e prezioso della Guinea Bissau, che contribuisce a formare il 90% dei pasti giornalieri, c’è un rischio: la tentazione di prenderselo senza pagarlo e senza dire niente a nessuno. Un sacco di riso di 50 chilogrammi, infatti, vuol dire risparmiare circa 17.500 Franchi CFA, il prezzo di vendita che pratica l’associazione, ed anche avere garantito il pasto giornaliero perlomeno per un mesetto.

E allora? Allora, per non assecondare con comportamenti sconsiderati una tendenza umanamente comprensibile, abbiamo proposto, ed è stato accettato, di lavorare con le due macchine in questa maniera: il 50% delle entrate servirá per coprire una parte dei salari dei soci di ABC GB, l’altro 50% oltre che a coprire il salario degli operatori sará accantonato e servirá ad acquistare delle nuove pilatrici di riso.

Quelle attuali sono state logorate in un lavoro portato avanti senza troppe cautele, anche se si tratta di macchine forti, facili da riparare, che camminano, come i vecchi motori, anche quasi senza olio. Si tratta di muli meccanici in grado di pilare centinaia di chili di riso al giorno. Sono macchine cinesi, ma non quelle prodotte per l’estero destinate a rompersi subito. Sono le stesse usate nelle campagne della Cina e, quindi, destinate a durare di piú. E, infine, non dimentichiamo che in Guinea Bissau tutto ció che ha un nesso con il riso ha un fascino particolare perché si tratta di cibo.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus