Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Mansoa, le donne e l'autosviluppo (2)

31/07/2007 - 9.40:   Dopo la compilazione delle schede "ABC" spiega cosa vorrebbe fare: cominciare la sperimentazione in quattro tabanche coltivando pomodoro e insalata (introvabili nei mercati di Mansoa e Bissau durante la stagione delle piogge), costituire un'associazione tra le donne e le tabanche a questo fine, essere il riferimento per l'acquisto e la vendita del raccolto (il 50% del denaro ricavato dalla vendita andrebbe alle donne e il 50% ad "ABC" che lo reinvestirebbe, d'accordo con l'associazione delle donne, nella sperimentazione). "ABC" fornisce: sementi, serre, assistenza tecnica. Loro: lavoro.Dopo ABC parlano tutte le donne e gli uomini. In sintesi: ringraziamenti per il buon lavoro svolto da "ABC", importanza degli orti per la vendita dei prodotti eccedenti e per il miglioramento dell'alimentazione familiare (soprattutto dei bambini che mangiano di più e meglio), disponibilità generica a costituire l'associazione tra le donne e tra tabanche, a dividere il ricavato del raccolto, a lavorare seriamente per far riuscire la sperimentazione. Potremmo dire un buon risultato! Lungo l'elenco delle cose che servirebbero per migliorare il lavoro negli orti: più acqua (nuovi pozzi e "sprofondamento" di alcuni esistenti; recinzione in rete metallica in quanto sostengono che ogni anno sono costrette a impegnare molto tempo e lavoro nella riparazione delle recinzioni tradizionali fatte con rami); un maggior numero di zappe; scarsa assistenza tecnica (in effetti, quest'anno Quintino, che non ha avuto problemi di salute, è stato poco presente nei villaggi). Le donne, pronte ed energiche, hanno fatto notare la cosa. "ABC" ha risposto subito a questa critica chiamando a lavorare un altro giovane diplomato alla scuola agricola professionale di Bula, Duarte Nagana. Così, da giugno, sono tre gli amici che seguono il lavoro negli orti.Dopo tre ore di riunione arriva il pranzo: sumo (succo di frutta fatto con le bustine) e riso (condito con pezzi di pollo e verdure varie) per tutti i presenti. Grande "abbuffata" e poi la sfida: "sanno cantare meglio gli uomini italiani piuttosto che le donne guineane". Le donne guineane sono però imbattibili e cominciano a cantare splendidamente e...Ricapitolando: quest'anno saranno quattro le serre costruite, la sperimentazione avverrà in quattro tabanche e, se le cose andranno bene, dalla prossima stagione verrà estesa ad altri villaggi seguiti tecnicamente da "ABC". Oltre agli auspicati "risultati agricoli" positivi (un buon raccolto), le nostre speranze: lavorare insieme, vendere insieme, dividere equamente il ricavato della vendita, proporsi come associazione (delle donne) all'attenzione del territorio, divenire interlocutrici (loro) produttive per il mercato di Mansoa e, in futuro, di Bissau. Insomma: riusciranno tra un po' di tempo a costituire una cooperativa agricola sostenute da "ABC"?


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus