Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Brasile – Jardim, qualche informazione sui bambini

28/08/2007 - 15.58:   Ogni tanto Sirlene, referente e responsabile del progetto a Jardim, ci fa un resoconto molto sintetico delle situazioni particolari che emergono nei contatti continui con le famiglie degli affidati. Si tratta di un viaggio attraverso la difficoltà di vivere.
"In alcune famiglie ci sono stati cambiamenti: quella dei bambini Everlyn cod. 0744 e Everlainy cod. 0746 si è accresciuta per il ritorno di un fratello che abitava da un’altra parte. Inoltre abita con loro anche un cugino. La madre ha ricevuto una piccola eredità e ha allargato la casa facendovi anche qualche miglioramento. Il bambino Igor (0038) dovrà fare un’altra operazione chirurgica poiché il suo problema non è stato risolto con i primi due interventi. Donna Cleonice, madre dei bambini 0042, 0044 e 0043, è entrata di nuovo in crisi. E' una famiglia molto in difficoltà, poiché il padre è spesso aggressivo e la madre ha problemi mentali, e così i bambini restano senza le dovute cure. La madre dei bambini 1042 e 1041 è riuscita a costruire una stanzetta a fianco della casa materna, perciò vi si è trasferita con le bambine e adesso sta costruendo un bagno; le abbiamo dato un piccolo aiuto nella costruzione. Durante la visita delle lider (le signore che seguono le famiglie dei bambini affidati a distanza), la madre del bambino Dione, cod. 1364, ci ha infornato che lui considera la madrina italiana come un'altra mamma. Una certa aggressività nei nostri confronti l'ha invece dimostrata la mamma delle bambine 0027 e 0026. All'invito di partecipare, insieme alle sue bambini, ad una danza organizzata per far divertire i bambini, ha detto che così la stavamo offendendo perché dovremmo sapere che la sua religione non permette le danze. Poteva semplicemente limitarsi a rifiutare senza reagire. Pazienza!".


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus