Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietÓ e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau: per sopravvivere diversificare la produzione

11/12/2007 - 9.55:   Il ministro del Commercio della Guinea Bissau, Henri ManÚ, in una recente intervista ha detto che la campagna di vendita del caj¨ di quest'anno Ŕ stata migliore di quella del 2006 e che le esportazioni sono aumentate. Ha ammesso qualche difficoltÓ e omesso di precisare quanto Ŕ stato pagato ai contadini il caj¨. Dalle parti di Mansoa il prezzo Ŕ stato da 75 a 100 cfa al chilo (da fame!). Il primo ministro, Martino N'Dafa Cabi, da parte sua, prendendosela con la Camera di Commercio locale, che rappresenta i grossisti, ha spiegato che il problema Ŕ uno: "i contadini non coltivano prodotti di sussistenza sufficienti come si faceva nel passato" e devono accettare, per sopravvivere, i prezzi imposti dai mercati mondiali e dai grossisti. Ha ragione! Eĺ il dramma della monocoltura.
Anche nella zona di Mansoa, dove lavoriamo per migliorare e rafforzare il sistema di produzione agricola locale con la valorizzazione della risicoltura e dell'orticoltura, il problema esiste. La produzione dominante Ŕ quella dell'acaj¨ e l'orticoltura, almeno per ora, Ŕ limitata e curata prevalentemente dalle donne. Ma sviluppare l'orticoltura ha un'importanza enorme perchÚ vuol dire diversificazione agricola, prodotti per migliorare l'alimentazione delle famiglie, per i mercati locali (con la commercializzazione delle eccedenze), sottrarsi al ricatto della fame fatto dai grossisti per costringere i produttori di acaj¨ a "svendere" il loro prodotto. Intanto, nella stagione 2007-2008, saranno 18 (lo scorso anno erano 16) gli orti seguiti e sostenuti tecnicamente da ABC.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus