Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Bosnia / Serbia: la corrispondenza e il Capodanno che verrà

03/01/2008 - 5.52:   Sta crescendo il numero dei nostri soci affidatari di bambini o ragazzi serbi, che scambiano auguri per le feste con loro e le loro famiglie. Interesserà loro sapere che le festività invernali dei serbi sono un po'diverse dalle nostre, per date e significati simbolici.
La vera festa dei bambini non cade, in Serbia, nel giorno dedicato al Natale ortodosso, che è celebrato il 7 gennaio (vigilia) e l’8 gennaio. Per i bambini, Deda Mraz (così si chiama in Serbia Babbo Natale) bussa alla porta la notte del 31 dicembre, portando dei “paketici” più o meno voluminosi con dentro doni e dolci, insomma i classici “sacchi pieni di regali”.
I regali sono impacchettati direttamente nei negozi di giocattoli. Non è un aspetto del consumismo moderno, ma una tradizione.
I vecchi sacchi di juta sono stati oggi sostituiti dai più moderni ma assai meno ecologici sacchi di plastica, con davanti raffigurato lo stesso Deda Mraz (a proposito, “deda” in serbo significa “nonno”e “mraz” è quell’aria fredda e gelata che accompagna il suo arrivo nella notte).
Anche nelle scuole, alcuni giorni prima della chiusura per le vacanze invernali – che durano dagli ultimi giorni di dicembre fin oltre il 20 gennaio -, Deda Mraz non manca di consegnare pacchetti di regali e farsi fotografare con i bambini. Come in Italia, lo si incontra anche nelle vie del centro, nelle città, dove grandi e bambini si fanno ugualmente immortalare con lui.
Per gli adulti, la festa di Capodanno (quella che conosciamo noi) inizia il 31 dicembre a sera. Il 1° gennaio c’è poi la “repriza” (una ripresa nel vero senso della parola): continua dunque la baldoria, per chi ce la fa.
Le festività invernali si concludono con il Capodanno ortodosso, che, secondo il calendario ecclesiastico, cade il 13 gennaio.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus