Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Vivi per caso

08/04/2008 - 7.36:   In Guinea Bissau sono molti che nascono, vivono e muoiono senza che vi sia traccia della loro esistenza, senza essere mai stati registrati dai servizi anagrafici e demografici locali completamente inefficienti. Questi "vivi per caso" sono invisibili e non contano in quanto per le istituzioni del loro Paese non esistono, non sono neanche nati. Lo sappiamo bene noi quando, a volte, chiediamo alle donne con le quali lavoriamo nei villaggi l'età dei loro figli e quando leggiamo i nomi degli alunni sui registri delle scuole che aiutiamo e che riportano, quasi sempre, un'età indicativa, 7, 8, 15 anni…, senza la data di nascita. Sappiamo, ad esempio, che i bambini che frequentano le scuole di Cubonge e Infandre hanno una loro personalissima registrazione, una specie d'atto di nascita, quando devono essere inseriti nel programma del PAM (l'Agenzia ONU che si occupa del Programma alimentare mondiale) per ricevere il pasto giornaliero nella mensa, "cantina", della scuola. Allora, e soltanto in quel momento, si trova, o meglio s'inventa, non soltanto l'anno, ma anche il mese e il giorno di nascita.

Nella scuola "Fabio Sormanni" di Cubonge, intitolata ad un sindacalista della Filcams-Cgil di Milano morto prematuramente, costruita da "ABC" grazie anche ad un finanziamento della Fondazione "Fabio Sormanni", le cose vanno "sempre meglio". Dire "sempre meglio" in Guinea Bissau vuol dire che c'è, diversamente a quello che capita di solito, un andamento in senso positivo dell'attività didattica, della frequenza, dei risultati. Infatti, scrive il direttore della scuola, "in questo secondo periodo dell'anno scolastico (il nostro secondo trimestre) non abbiamo avuto né aumento né diminuzione del numero degli alunni che sono 81, 45 maschi e 36 femmine (particolarmente elevata, rispetto alla media nazionale, la frequenza delle alunne). Tutti sono stati valutati e 47 di loro (28 femmine e 19 femmine) hanno ottenuto risultati sufficienti mentre 34 (17 maschi e 17 femmine) non hanno raggiunto gli obiettivi previsti". Anche gli insegnanti hanno frequentato dei corsi di aggiornamento sulle materie insegnate (soprattutto portoghese e matematica) e uno sull'importanza dei professori nell'"attuale congiuntura sociale e politica della Guinea Bissa", mentre qualche problema si è avuto, come avviene in Italia, con i genitori che, anche se fanno parte del Comité di gestione della scuola, tendono all'"assenteismo".


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus