Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Bosnia / Serbia – Belgrado, forza Stanislav!

12/07/2008 - 11.49:   Durante il recente viaggio in Bosnia e Serbia fatto a Belgrado, dove abbiamo 27 affidi, abbiamo trovato una novità: il direttore della scuola "Nikola Tesla", Stanislav Stevuljevic, si è candidato alle elezioni per il municipio di Rakovica. Stanislav, che ha un bel paio di baffi che lo fanno somigliare ad uno dei personaggi dei film di Kosturica e una delicatezza che sembra in contrasto con l'aspetto fisico, si presenta con il partito filo-europeista “Per una Serbia europea” del Presidente uscente Boris Tadic e spera di poter fare qualcosa per la popolazione della periferia degradata di Ragotica. Lui conosce bene tutti i giovani dela zona, suoi alunni o ex alunni, e i loro genitori e questo è un buon viatico.

Belgrado è una delle più grandi città dei Balcani con una popolazione di quasi due milioni di abitanti. E’ una città moderna, viva, centro della vita culturale, politica ed economica del Paese. E’ anche una città in trasformazione: il problema del traffico pubblico in parte è stato risolto, l’inquinamento appare diminuito grazie anche al parziale rinnovamento del parco auto e degli autobus in circolazione, paragonabili nel passato a delle vere e proprie ciminiere. Leggiamo sul giornale che sono stati stanziati due miliardi di dinari per l’acquisto di cento nuovi autobus accessibili ai diversamente abili e dotati di aria condizionata. In progetto c’è la costruzione di un nuovo ponte sulla Sava che andrebbe a collegare Novi Beograd con il centro storico, della circonvallazione e della prima linea metropolitana. Ma altri problemi sono l’edilizia illegale, le liste troppo lunghe per l’assegnazione dei posti negli asili nido, la burocrazia troppo inefficace e la corruzione. Inoltre c’è il problema della sproporzione dello sviluppo e della qualità della vita tra centro e periferia della capitale.

Il direttore della nostra scuola, con la sua candidatura, si inserisce a pieno titolo nella scena belgradese proponendo per la municipalità di Rakovica un articolato programma di risanamento e ammodernamento delle infrastrutture. Una nota di curiosità : nel volantino elettorale è presente un breve “curriculum vitae” del candidato, il quale dichiara data e luogo di nascita, titolo di studio, esperienze lavorative. Specifica inoltre di vivere con la propria famiglia di quattro membri in una casa di proprietà di cui indica l’indirizzo completo di numero civico.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus