Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Haiti – Port-au-Prince, la natura, la politica e la scuola

01/09/2008 - 17.15:   La situazione interna di Haiti continua ad essere terribile. All'instabilità politica e alle difficoltà ad avere i fondi necessari per finanziare il prossimo bilancio annuale dalla comunità internazionale, che ha stanziato soltanto 20 dei 30 milioni richiesti, si è aggiunta l'ostilità degli haitiani nei confronti della Minustah, missione "di stabilizzazione" dell'Onu guidata dal Brasile, che vedono ormai non come una forza di pace, ma di occupazione. Infatti, violenze e stupri contro la popolazione civile sono all'ordine del giorno nel silenzio del presidente Préval e delle Nazioni Unite.

E' così il caso di dire che "piove sul bagnato" perché nelle scorse settimane, ad Haiti, non si è dormito. Infatti, è arrivato l'uragano Fay è, subito dopo, il ciclone Gustav, lo stesso che in questi giorni sta investendo gli Stati Uniti. Uragano e ciclone hanno lasciato dietro di sé una bella scia di morti e distruzioni nell'isola caraibica. Ogni anno molti haitiani, anche quelli che abitano vicino alla scuola di Port-au-Prince che sostiene "ABC", devono ricostruire le loro "case" distrutte dai venti e dalle piogge.

Stando così le cose qualsiasi piccola notizia "buona" è un momento di sollievo. La notizia buona è stata il rinvio dell'inizio dell'anno scolastico, annunciato dal ministro dimissionario dell'educazione nazionale Gabriel Bien-Aimé, dall'1 all'8 settembre. Le famiglie avranno così più tempo per "risistemare" le loro povere cose e convincere i loro figlioli a tornare a scuola con una certa tranquillità, si fa per dire…

Alla "Institution Mixte la Providence de Sibert" gli insegnanti aspettano "a braccia aperte" gli alunni per cominciare questo nuovo anno scolastico nel migliore dei modi. E' stata confermata la retta annuale di 250 Gourdes (5 euro circa), mentre gli alunni dovranno provvedere a pagarsi uniforme, zainetto e libri. Per chi proprio non ce la fa si vedrà di intervenire prestando i libri necessari.

Gli insegnanti stanno tranquilli in quanto i loro salari sono garantiti da "A, B, C", mentre Maurizio Barcaro, fondatore e animatore della fondazione Lakay Mwen che gestisce la scuola, sta organizzando il lavoro in modo da coinvolgere gli alunni più grandi nelle attività di pulizia delle classi e del cortile. E' un modo come un altro per responsabilizzarli sempre di più e far sentire loro la scuola. Non è raro il caso di alunni che si rendono disponibili volontariamente per ridipingere i banchi e le aule più malridotti.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus