Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau – L'agricoltura, risaie e orti per l'autosufficienza alimentare

04/12/2008 - 5.31:   Per quel che riguarda il lavoro di "ABC" in Guinea Bissau, il problema delle risaie è, insieme all’orticoltura, d’attualità in questa fase economico-finanziaria che, se sta causando notevoli problemi ai paesi “ricchi”, ne causerà di ben più tragici a quelli poveri. Negli ultimi due anni i prezzi dei prodotti alimentari, parliamo della Guinea Bissau che conosciamo bene, sono aumentati molto ed è prevedibile che questa tendenza, nei anni, si accentuerà. Dunque, l’autosufficienza alimentare è la prima cosa che qualsiasi progetto nel settore agricolo deve perseguire. Lo stiamo facendo da anni e, in parte, ci siamo riusciti incrementano l’orticoltura. Ora dobbiamo far capire che non si può continuare a sperare che arrivi il riso dalla Cina o dall’Europa e che è necessario ripristinare il funzionamento delle numerossime e vaste “bolanhe” della Guinea Bissau, un Paese che aveva una produzione risicola adeguata a coprire il fabbisogno interno e che ora, invece, deve importare buona parte del cereale.

Il riso è l’alimento base guineano e, quasi sempre, il solo. Allora continuiamo a costruire le “bombe”, il primo passo verso il recupero delle risaie dismesse, convincendo i contadini che è possibile riavviarle a produzione e che solo così possono garantire a tutto il villaggio e a loro stessi alimentazione e, perché no, anche qualche guadagno con la commercializzazione delle eccedenze. Stiamo parlando, è chiaro, sempre della piccola realtà di Mansoa e dintorni perché è lì che siamo. Ora abbiamo anche un gran bel trattore nuovo che può fare da solo il lavoro di 200 contadini e contadine. Diamoci dunque da fare!

Le possibilità ci sono perché, secondo un recente documento del ministero delle Risorse Naturali della Guinea Bissau, "Piano di Azione Nazionale per l'Adattamento ai Mutamenti Climatici", nel Paese africano l'agricoltura è la base dell'economia e fornisce circa il 50% del PIB (PIL), l'80% del lavoro e il 90% delle esportazioni (quasi esclusivamente cajù, aggiungiamo noi). Esistono circa 90.000 attività di sfruttamento agricolo familiare che producono il 90% della produzione totale agricola e sono state date 2.220 concessioni a imprenditori agricoli (ovvero la terra è concessa per un periodo rinnovabile di 99 anni da uso gratuito dallo Stato a condizione che la si lavori), ma soltanto 1.200 hanno installato un'impresa.


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus