Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Brasile – Parintins, il lavoro che si fa!

23/04/2010 - 4.18:   Il Centro educativo “Nossa Senhora das Graças” (CENSG) segue bambini e adolescenti a rischio. Diciamo a rischio perché se non frequentassero il Centro d’accoglienza la loro casa, per molte ore al giorno, sarebbe la strada. Anche se a Parintins il problema minori non raggiunge i livelli delle metropoli brasiliane esiste e nella città amazzonica non è facile vivere l’età più difficile. Infatti, nelle strade dei “bairros” vicini al Centro (Itaúna I, Itaúna II e Paulo Corrêa) la violenza è diffusa e le “galeras” (bande) di giovani si contendono il territorio alla ricerca del denaro che proviene dal traffico di droga e di sesso. Nella quasi totalità dei casi bambini e giovani provengono da famiglie con molti figli, senza lavoro fisso, formate, in numerosissimi casi, da ragazze-madri o genitori separati. Il Centro è dunque l’alternativa positiva alla strada per 630 bambini e giovani che lo frequentano tutti i giorni, dal lunedì mattina al sabato mattina. Soltanto la domenica il Centro chiude per dare la possibilità al personale, educatori e ausiliari, di riposare. I più “grandi”, dai sette anni in su, per un paio d’ore al giorno frequentano i numerosi corsi all’interno della struttura (disegno, scultura con creta, taglio e cucito, scultura con il legno) e poi praticano sport come pallavolo, palla avvelenata, calcio e judo. Ci sono poi le ripetizioni per chi ha problemi scolastici e un giardino d’infanzia per i più piccoli. Insomma un luogo dove si sta insieme, si socializza, si impara qualcosa e, soprattutto, si vive per aprire cuore e testa ad una vita diversa. Attualmente dei 630 bambini e adolescenti che passano il loro tempo nel Centro 106 hanno un’età compresa tra i 3 e i 6 anni, 302 tra i 7 e i 12 anni e 222 tra i 13 e i 17 anni. Sono poi gli stessi educatori, che conoscono le situazioni più difficili, ad occuparsi di quello che è definito “rinforzo”, ovvero la consegna di confezioni di prodotti per integrare l’alimentazione del nucleo familiare in difficoltà. Sono sempre loro a fare periodicamente visite nelle “abitazioni” di tutti i ragazzi per capire e aiutare laddove possibile. E noi? E’ dal 2002 che i soci di “ABC” sostengono, con le loro quote di sostegno a distanza, il progetto di questo Centro d’accoglienza. In questi anni sono stati inviati aiuti per circa 250.000 euro e questo denaro è stato prezioso per far crescere più sani, da tutti i punti di vista, centinaia di bambini e giovani. Da quelle parti non è poca cosa!


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus