Contattaci
"A, B, C, solidarietà e pace"
ONLUS
Via Padre G. Petrilli 30
00132 Roma
info@abconlus.it www.abconlus.it
Tel. 0622152249
3461048370

Contattaci con SkypeSkype

Newsletter
Iscriviti per avere informazioni
sulle iniziative di
"A, B, C, solidarietà e pace"



Inserisci la tua e-mail
 




Abc Solidarietà e Pace

 
Guinea Bissau - Sempre que ponho...!

28/06/2010 - 17.11:   Ogni volta che metto il cappello ho mal di testa! Dice il paziente al suo medico! Hai provato a non metterlo? Suggerisce il medico come terapia. Quest’aneddoto spiega la nostra filosofia di sopravvivenza in Guinea Bissau. Quando arriviamo nel Paese dell’Africa Occidentale ci togliamo, dando retta al nostro medico, il cappello per evitare il dolore di testa. Cosa vuol dire? Che cambiamo i parametri di valutazione, diventiamo meno esigenti, tentiamo di capire fin dove possiamo spingerci e in questo siamo aiutati dall’ambiente non ostile, ma piuttosto difficile! Anche i nostri amici, al nostro arrivo, stanno sulla difensiva. Sanno che la nostra presenza ha un solo motivo: verificare, suggerire, correggere, possibilmente insieme! Per loro è dura, ma anche per noi non è uno scherzo. Infatti, il confronto-scontro sui conti, sull’organizzazione interna, sull’ordine, la manutenzione, l’inventario, la pulizia, l’aggiornamento del libro dei verbali, sui risultati ottenuti sul “campo” (orto) è defatigante. Loro ci sopportono e noi... pure! Ma andiamo avanti così da molti anni e stiamo praticamente invecchiando insieme. E poi hanno imparato a volerci bene, a fidarsi, anche perché in dieci anni siamo un esempio forse unico nel Paese africano ad aver pagato, grazie ai nostri amici soci, sempre puntuali il loro salario.

E così, anche se la Guinea Bissau, lo abbiamo detto altre volte, sopravvive grazie agli aiuti internazionali, e per questo vengono incoraggiati i fenomeni associativi locali ritenendoli non soltanto uno strumento di dialogo con la “società civile”, ma anche l’unico mezzo per attirare i finanziamenti dei grandi organismi e delle ONG del Nord ricco, noi ci sentiamo un poco differenti dagli altri perché la nostra cooperazione è forse un poco casuale, non studiata o studiosa, una specie di praticaccia che aggiusta il tiro lungo la strada.Ma questa strada dura da molti anni e, anche se noi siamo restati sempre uguali (intendiamo come dimensioni) loro sono cre sciuti. ABC Guinea Bissau è cresciuta. Questa, ci sembra, è la cosa più importante. Insomma, semplificando il concetto, non facciamo i progetti per far crescere noi stessi, piuttosto per far crescere gli altri... Altrimenti perché ci saremmo dovuti “imbarcare” in quest’avventura?


   
© 2006 Associazione A,B,C, solidarietà e pace - Onlus